Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

giovedì 2 aprile 2015

Giocovedì - Monster in my pocket

C'era un tempo in cui si girava liberamente per strada con dei mostri nella borsa...

No, non sono impazzito come potrebbe sembrare, parlo ovviamente dei Monster in my pocket! Non li ricordate?



Sono una serie di pupazzetti statici in gomma da collezionare tipo i Kombattini o i Robo-Monsters, raffiguranti gli innumerevoli mostri e divinità di qualsiasi cultura. Alcuni esempi erano i classici Frankenstein, Uomo Lupo, Mummia, Uomo invisibile, Strega, Arpia, Zombie, Vampiro... ma anche mostri meno conosciuti come Manticora, Tengu, Karnak, Kraken e Baba Yaga.

Commercializzati in America da Mattel ed in Italia da Giochi Preziosi a partire dal 1990, venivano venduti in bustine singole come i Kombattini e simili, o in confezioni da 3 o 4 mostri (non ricordo se pure in Italia ci fosse questa seconda versione, se qualcuno se la ricorda me lo scriva in un commento):

Bustine singole italiane
Confezione da 4 americana

Ogni confezione comprendeva anche le carte dei mostri con le descrizioni di ognuno di loro, ed erano così:


L'intera collezione poi poteva essere esposta in uno speciale espositore a forma di montagna (anche questo non ricordo se qui in Italia lo vendessero):


Io di questi mostriciattoli di gomma ne avevo tantissimi, e tutt'oggi me ne sono sopravvissuti parecchi. Eccoli qui sotto in una foto di gruppo:


Alcune curiosità: Nel 2006 sono stati riportati in commercio ma colorati e maggiormente curati.
Nel 1992 la Konami ha realizzato un videogioco sulla serie e la Harvey Comics ne ha prodotto un fumetto, da cui fu tratta una serie animata da pochi episodi.

Voi ne avete ancora qualcuno?

Pensate che io, un paio di anni fa, ne ho trovato uno in un uovo di Pasqua (uno di quelli vecchi, non delle versioni remake del 2006... lo potete vedere qui a fianco).

Non potete capire il mio stupore... Che fosse una rimanenza di magazzino o una scelta voluta, era pur sempre una sorpresa inaspettata :D



Detto ciò vi saluto dandovi appuntamento ad un prossimo nostalgico e favoloso post! Continuate a seguirci con affetto! Ciau!

6 commenti:

  1. Li ricordo, ma mi sono fermato agli exogini. :-)

    RispondiElimina
  2. Da piccolo li avevo tutti... ora chissà dove sono finiti :D

    RispondiElimina
  3. da bimba quale ero, avevo la borsetta, ma non questi cosi...

    RispondiElimina
  4. Ne avevo qualcuno ma era difficile averne altri.
    Probabilmente erano stati il regalo di qualche parente. Però mi piacevano un sacco. Ricordo che avevo il Frankenstein e quello con tantetante braccia.
    Ricordo quello con la pala ed una specie di serpentone.

    RispondiElimina
  5. Tra i miei preferiti!
    Ricordo ne mettevo qualcuno nell'astuccio e a ricreazione ci giocavo.
    E poi continuavo a casa.
    Alcuni li mettevo a cavallo dei pennarelli facendo finta che fossero vetture futuristiche... che fantasia quando si è piccoli!

    Comunque in cantina di mio padre devo averli ancora.
    Prima o poi tirerò fuori quei pochi giocattoli sopravvissuti dalla mia infanzia ed esporrò tutto in una bacheca.

    RispondiElimina
  6. Grandiosi... ho ormai 30 anni suonati ma li ho conservati tutti, ordinatamente riposti nell'apposito vulcano di plastica che si vede in foto: lo vendevano anche in Italia, ma credo che lo si dovesse ordinare apposta...non si vedeva in giro nei negozi. Nei primi tempi (intorno al 1991) mi sembra che fossero in commercio solo le bustine singole, mentre intorno al 1992-1993 ricordo di aver cominciato a vedere le confezioni di cartone da 4 mostri. I personaggi erano in tutto 48, e nel giro di due anni riuscii a procurarmene circa 40 solo con gli acquisti; altri 7 riuscii ad ottenerli da scambi con altri compagni di scuola e cugini, ma me ne mancava sempre uno, che non riuscivo a trovare da nessuno (Windigo, che se non erro è quello verde che nella foto del vulcano qui sopra sta nella terza fila dal basso, terza posizione da sinistra). Riuscii a procurarmelo soltanto dopo il trasloco in un'altra città, facendo uno scambio con uno dei miei nuovi compagni di scuola.Che ricordi...

    RispondiElimina