Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

giovedì 29 ottobre 2015

Giocovedì: La bambola Cuore Caldo

Si chiamava proprio "Cuore Caldo", ed era una bambola...non un tortino al cioccolato fuso. :D

Aveva degli eccentrici capelli colorati, l'espressione a "culo di gallina" (si, quella che ultimamente va tanto di moda), l'abitino era di solito abbinato al colore dei capelli (ma ancora non riesco a comprendere perché avesse un "grembiule" da cucina).
C'era anche una collana con ciondolo, e dentro ci potevi mettere una sua piccola foto, presente nella confezione (come le collane con le foto ricordo dei defunti praticamente, non so se avete presente, inquietudine estrema).
Il corpo era morbido, tranne le manine. Il pollice poteva essere messo in bocca (ecco spiegata l'espressione).

Molto simile allo Spumone, con la differenza -oltre alle dimensioni- che a metà pancia c'era un mini giradischi.
Per un lungo periodo di tempo, era facile trovare queste apparecchiature incastonate nelle bambole.

Fino almeno a gran parte degli anni ottanta era "quasi normale" (mi pare che baby mia bloccò la faccenda), perché con i dischetti potevano fare suoni diversi (pianti, risate, raccontare storie... ecc.), insomma, era "alta tecnologia". A me, personalmente questa faccenda spaventava non poco.
E non tanto il giradischi dietro alla schiena, mi disturbava molto che avessero dei forellini sulla pancia...insomma...erano delle casse camuffate, in parole povere.


Comunque "cuore caldo" di dischetti ne aveva tre, ed erano abbinati al suo vestiario.

Avevo quella Rosa fucsia e ricordo che i dischetti erano rosa trasparenti. Ma non chiedetemi cosa contenessero, perché credo di non averli usati mai. Perché con la bambola ci giocavo, certo, ma non perché "parlava". :P

Esistevano anche delle versioni tascabili, ma quelle, ovviamente non parlavano. Credo però, se non erro, fossero tipo "profuma ambienti".
Purtroppo non riesco a ricordare come l'avevo chiamata, perché io metto nomi a qualsiasi cosa, figuriamoci alle bambole...prima o poi me lo ricorderò.

Ma passiamo a voi:
Avete avuto occasione di averle o di giocarci?
La ricordate semplicemente?
Avevate bambole simili, con i dischetti?
Ricordate, per caso, le frasi che dicevano?
Come sempre aspettiamo i vostri racconti/commenti/richieste/quello che vi pare, qui sotto nei commenti, oppure sulla nostra pagina Facebook! ^_^
Al prossimo post!

7 commenti:

  1. me la ricordo!! non so se ce l'avevo... mi pare di no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dovrei averla ancora, ma non so in che condizioni. Potrebbe essere rimasta calva.. :P

      Elimina
  2. Risposte
    1. ^____^ non era niente di particolare. Avevi bambole con i dischetti?

      Elimina
  3. mi è tornato in mente che con i dischetti io avevo un Cicciobello inquietantissimo che parlava, piangeva e addirrittura camminava :D

    RispondiElimina
  4. Siii io ho ancora il mio bambolotto Cuorecaldo dai capelli azzurri.
    E devo rivelarvi una cosa: giusto ieri l'ho tatuato dietro la schiena. È dolcissimooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh! Allora adesso lo avrai con te per sempre! :)

      Elimina