Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

domenica 19 agosto 2012

Cioè, i Poster e tutto il resto....

Se Topolino è stato un must per tutti i maschietti (un "pre" corriere dello sport, diciamo), per noi femminucce una rivista "trasversale", è brutto dirlo, ma è stata: Cioè.




Cioè, che non ho mai capito perché si chiamasse così, ma che pare ancora sia "vivo e tra noi" e si sia anche evoluto (non solo ha il sito, ma anche la versione iPad. attenzione!).
Ma in linea di massima è rimasto lo stesso giornalino sciocco, per teenager.
Con i soliti "test", le solite copertine adesive (del resto è prodotto dalla Panini) e i soliti gadget, i fotoromanzi e l'oroscopo di Paolo Fox.
Io ricordo che lo compravo, soprattutto d'estate...

Usciva una volta a settimana, e ci si trovava dentro sempre qualcosa di strano: i tatuaggi finti, gli smalti color vomito, gli specchietti, l'astuccio di jeans, gli ombretti impossibili, i bracciali multicolor, i ciucci (santocielo) e le gommine profumate, che a buon bisogno ancora circolano per casa.
Ed i gadget li allegano ancora, a quanto pare:



Ma, io lo compravo solo ed esclusivamente per i poster all'interno.
Quelli che per un periodo erano cartoline adesive, poi son diventati sempre più grandi.
I poster in questione, ritraevano spesso attori o cantanti, in pose improbabili, con l'aria ammaliante e con fondi abbastanza osceni.
A giudicare dal genere di foto che giravano, direi che Photoshop ancora non era nato, o sarebbe arrivato di lì a poco...credo.



Ricordo perfettamente che in camera mia lo scenario cambiava spesso, ma non mi "rifornivo" solo via Cioè.
Compravo anche Magazine , poi sono passata a Top girl, ma è durata veramente poco.
Poi è stata la volta di Tutto e poi per un sacco di tempo: Rolling Stone (ho smesso 2 anni fa).

Ma torniamo ai poster...
In camera mia era un tripudio ed è andato peggiorando, soprattutto, quando hanno iniziato a circolare quelli ad "altezza naturale". Mi ci mancavano i cartonati e poi ero a posto.

Il vero periodo tremendo, l'ho passato tra la seconda/terza media.
Quando imperversavano i Take That e gli East17.
Io, schierata per i primi, innamorata pazza di uno di loro...compravo qualsiasi rivista contenesse qualcosa loro riguardo...poster, magliette, collanine (quella con le 2 "T" una sopra l'altra, l'ho ancora, lo ammetto) e quant'altro.
Ma la cosa più impressionante è stato un poster di -grossomodo- 2 metri, componibile, con sopra Robbie Williams (il mio favorito) con una faccia tremenda ed un capello inguardabile e giallissimo, disteso sopra ad un ambiguo copriletto fuchsia.
E' stato appeso per un bel po' di tempo ( prima che si "sciogliessero").
Poi è stato tolto per fare spazio ad altri poster, ad altri gruppi e ad altre passioni (I Doors, La Union Jack e i Depeche Mode. Che ancora sono lì.).
E Bla bla bla! :)

Però, a  ripensarci adesso, queste cose mi fanno tenerezza.
E si passavano pomeriggi a scambiarsi giornali o articoli sui rispettivi beniamini con le amiche.
Del resto facevamo quello che potevamo, e non avevamo altri mezzi per procurarci queste cose.
Era quello, il bello, secondo me.
Con questo non voglio assolutamente svilire internet e compagnia bella eh.
Altrimenti non sarei qui a raccontare,
però era diverso il modo di "procurarsi e scambiarsi informazioni" , non so se vi è capitato di parlare con un adolescente di oggi...quelle che si strappano i capelli per Justin Bieber o  che twittano qualsiasi cosa per gli One Direction  o quelle attive su "ottoforumdiversi"...
altra epoca insomma, è stata diversa anche l'adolescenza nostra...non solo l'infanzia.
Eravamo diversi noi.
Erano decisamente altri tempi.

Detto questo la smetto subito...che come al solito mi sono dilungata parecchio! :P
^__________^ Abbiate Pietà!

4 commenti:

  1. erano davvero altri tempi, già... "Cioè" è stato un must anche della mia adolescenza, adoravo i gadget (i mitici ciuccetti!) e i poster giganti XD

    RispondiElimina
  2. mitico cioè!!!aspettavo con ansia il sabato pomeriggio x uscire a comprarlo, insieme ad altri giornali simili di cui adesso mi sfugge il nome.
    ero una fans sfegatata dei take that e, ebbene sì, di non è la rai e cosa meglio di cioè mi dava foto poster e ultime notizie?
    ho una collana piena dei mitici ciucci!!!

    RispondiElimina
  3. Lo conoscevo per via di mia cugina di 4 anni più grande.

    Il titolo 'Cioè' sì riferisce all'abitudine molto diffusa tra gli adolescenti di intercalare le frasi con 'cioè' (per gli inglesi/americani 'like'): lo abbiamo fatto tutti!!!

    RispondiElimina
  4. bei ricordi lo compravo pure io nel periodo e come tutte nn
    perdevo mai un articolo sui take that,ero una fan come tante altre
    e ricordo tutto con tenrezza quel periodo.

    RispondiElimina